Loading
imveg...

Posts Tagged:ricetta vegan

Home / Tag: ricetta vegan
image title

Vi presento un’ evergreen della mia cucina: la zuppetta di lenticchie e grano saraceno. E’ una zuppa povera in quanto economica, veloce da fare e basata su pochi ingredienti, e ricca contemporaneamente, in quanto ha splendidi valori nutrizionali. Adatta a grandi e piccini, e molto gradito a questi ultimi….

E’ un piatto adatto a tutte le stagioni se avete dei pomodori congelati (o dei pelati) e del basilico essiccato, ma adesso i pomodori sono freschi dell’orto e il profumo di questa zuppa pervade tutta la casa.

Le lenticchie sono tra i miei legumi preferiti, perché molto salutari (qui le proprietà) e perché necessitano di un breve ammollo (per alcuni tipi nemmeno è indispensabile, ma sono dell’idea che l’ammollo ai legumi faccia sempre bene) e una cottura altrettanto breve.

Il grano saraceno è:

Rimineralizzante
• Energizzante
• Consigliato durante l’allattamento
Consigliato per i bambini
• Tiene a bada la pressione alta e il colesterolo
• Senza glutine
Ricco di aminoacidi essenziali

 

fonte: greenme.it

Vi voglio ricordare che come ogni zuppa e ogni brodo diventa particolarmente saporita nel momento in cui aggiungiamo sale.

Il sale però non è proprio il massimo per la salute, soprattutto dei bambini che sviluppano la capacità di gestirlo correttamente da parte dei reni verso l’anno di età.

Quindi se cucinate senza sale è perfetto ma se temete il sapore “sciapito” concedetevi mezzo cucchiaino di sale (integrale). La zuppa sarà molto aromatica e profumata con o senza sale, perché aggiungeremo degli odori tritati finemente, come salvia, rosmarino, maggiorana e basilico.

Ma veniamo a noi:

Zuppetta di lenticchie e grano saraceno

Ingredienti per 2 persone

  • 50 g di lenticchie (ammollo 2 ore)
  • 50 g di grano saraceno
  • 200g di pomodori (uso i Datterini e i San Marzano)
  • un poco di cipolla
  • 1 spicchio di aglio
  • Salvia, rosmarino, basilico, maggiorana o gli odori preferibilmente freschi che avete in vaso
  • Olio EVO, sale e pepe

 

Preparazione:

Tritate finemente la cipolla, schiacciate l’aglio, tagliate a dadini i pomodori e sminuzzate gli odori.

Trasferite tutto in pentola e aggiungete un filo di olio. Accendete la fiamma e fate insaporire l’olio.

Aggiungete le lenticchie e il grano saraceno e coprite con il doppio dell’acqua.

Lasciate cuocere a fuoco lento per 30/45 minuti.

Servite con un filo di olio a crudo e…. buon appetito 🙂

Aneta Rybaczuk
Continue Reading
image title

Stamattina sono andata nell’orto. Anche se piccolo richiede comunque cura e attenzioni. Ho legato i getti dei pomodori alle canne, ho sradicato qualche “erbaccia”, ho innaffiato. Ma la cosa più soddisfacente è vedere che cresce bene anche senza chimicaglie.

Finalmente ne sto cogliendo i fiori = carciofi (prodigiosi depuratori primaverili, qui le proprietà), e i frutti = pomodorini datterini, mini-zucchine, un cetriolo.

In frigo avevo dei piselli freschi (qui le proprietà) che mi erano sono stati regalati e avevo già sgranato aiutata dalla mia bimba.

Ispirata da queste meraviglie dell’orto di maggio ho pensato ad una insalata di farro primaverile.

Insalata di farro con verdure dell’orto

Ingredienti per 2 persone (porzioni abbondanti perché piatto unico)

  • 160g di farro decorticato (integrale)
  • 3 pugni di piselli freschi
  • 3 zucchine piccole
  • una cipolla
  • 8 funghi champignon
  • 4 carciofi
  • qualche pomodorino
  • 4 foglie di basilico
  • olio extravergine di oliva
  • sale e pepe
  • optional: 1 cucchiaio di tahina (qui come prepararla)

 

Preparazione:

Bollite il farro integrale per un’ora in acqua salata. La proporzione è di 1 (parte di farro) a 3 (parti di acqua).

Cuocete i piselli in una pentola con della cipolla per 20 minuti. Prendete una piccola parte di piselli cotti e 2 cucchiai del loro brodo e frullateli con un cucchiaio di tahina (optional).

Pulite e tagliate i carciofi molto sottili. Scottateli con un poco di acqua e olio in una padella. Salate e pepate.

Affettate cipolla, zucchine e funghi champignons e scottateli in una padella con un poco di olio. Cuocere in padelle separate serve a mantenere i sapori distinti. Ma non è necessario. Potete cuocere tutto insieme, brevemente, partendo dai carciofi e aggiungendo le altre verdure dopo che sarà evaporata l’acqua.

Scolate il farro se non ha assorbito tutta l’acqua. Prendete una insalatiera e versate tutti gli ingredienti: il farro, le verdure scottate, i carciofi, i piselli e 2 cucchiai di crema; aggiungete dei pomodorini e del basilico a crudo. Irrorate con olio. Mischiate tutto e…. buon appetito 🙂

Aneta Rybaczuk
Continue Reading
image title

Ogni tanto indìco un detox time.
In primavera il corpo è predisposto a smaltire le scorie degli eccessi calorici invernali, e la natura ci mette a disposizione diversi vegetali che lo aiutano in questa operazione.

agretti
Ho trovato gli agretti (vedete qui le loro proprietà) e non ho potuto fare a meno di onorarli. Oltre a mangiarli aggiunti crudi all’insalata (hanno un sapore veramente fresco e gradevole) ci ho fatto un bel primo piatto, piaciuto ad adulti e bambini.

Non ho segnato le giuste dosi

Spaghetti di riso agli agretti e noci

Ingredienti per 2 persone

  • 160g spaghetti di riso integrali
  • un mazzetto di agretti
  • 1 spicchio d’aglio
  • qualche gheriglio di noce
  • olio extravergine di oliva
  • 3 cucchiai di crema di tofu
  • sale

per la crema di tofu:

  • 1 panetto di tofu al naturale da 150g
  • succo di mezzo limone
  • erbe aromatiche (prezzemolo, basilico, timo, salvia, rosmarino, erba cipollina)
  • una manciata di mandorle
  • una manciata di noci
  • qualche cucchiaio di latte vegetale
  • olio extravergine di oliva
  • sale
  • pepe

Preparate anzitutto la crema di tofu:

basta mettere tutti gli ingredienti nel frullatore e frullare il tutto. Non servirà tutta per la ricetta quindi potrete metterla in un vasetto e conservarla in frigo per qualche giorno. Sarà perfetta da spalmare sui cracker per fare un’ottimo spuntino.

Prepariamo gli spaghetti di riso agli agretti e noci:

Lavate gli agretti e tagliate le radici. In una pentola portate a bollore dell’acqua, salatela e buttate prima gli agretti e poi la pasta. Mescolate e attendete il tempo di cottura della pasta.
Nel frattempo preparate il trito di noci e mettetelo da parte.
In una padella fate soffriggere l’aglio in un fondo d’olio, aggiungete un po’ di acqua di cottura della pasta e circa 3 cucchiai di crema di tofu. Se necessario aggiungete altra acqua per allungare la crema.

Scolate la pasta con gli agretti e saltatela nella padella con la crema. Impiattate e cospargete con il trito di noci.

 

buon appetito 🙂

Continue Reading
image title

 

É primavera.

Nei banchi del supermercato è comparso un tubero molto particolare: il topinambur.

 


 

Il topinambur (nome scientifico Helianthus tuberosus) è anche conosciuto con il nome di ‘rapa tedesca’, ‘pera di terra’, ‘tartufo di canna’, ‘patata americana’ o ‘carciofo di Gerusalemme’ per via del sapore delicato e dolciastro che ricorda quello del carciofo.

A differenza delle patate, infatti, il topinambur non contiene amido, ma inulina, una molecola nutritiva dalla eccellenti proprietà. Particolarmente indicato per chi vuol perdere peso e riattivare l’intestino pigro, il topinambur è in grado di abbassare il livello di assorbimento degli zuccheri e dei grassi da parte dell’intestino, tenendo così sotto controllo i livelli glicemici e il colesterolo.

Per questo motivo è un alimento adatto anche ai diabetici e a chi soffre di obesità.

Oltre a queste proprietà, l’inulina favorisce la motilità intestinale, previene la formazione di gas, riequilibra la flora intestinale e favorisce la digestione. Cosa ancora più importante, il topinambur non contiene glutine ed è quindi consumabile anche da chi soffre di celiachia. È ricco di vitamina A e B e di arginina che aiuta il fegato e la cicatrizzazione dei tessuti.

(Fonte tuttogreen.it)

 


 

Molti si domandano che sapore abbia e come cucinarlo: il suo sapore richiama alla lontana quello del carciofo, ed ecco una ricetta, vegan e senza glutine, per gustarlo.

 

Risotto integrale al topinambur

Ingredienti per 2 persone

  • 160g di riso integrale ribe
  • 250g di topinambur
  • 1/4 di cipolla
  • 1 spicchio di aglio schiacciato
  • olio evo
  • prezzemolo

Preparazione

Il topinambur non dovrebbe essere pelato ma lavato accuratamente con una spazzola.

Prendete metà del topinambur e tritatelo. L’altra parte tagliatela a pezzi più grossi.

Soffriggete aglio e cipolla in una casseruola e aggiungete il topinambur, fatelo saltare a fuoco vivo e poi abbassate la fiamma.

Aggiungete il riso (1 parte), e almeno 3 parti di acqua. Aggiungete sale e pepe e fate cuocere per 50-60 min (dipende dal riso e dalla fiamma) finche non sarà morbido. Mescolate spesso per renderlo cremoso. Aggiungete acqua se e quando necessario.

Servite con una spolverata di prezzemolo fresco.

buon appetito 🙂

Continue Reading