Loading
imveg...

Posts Tagged:Vegani

Home / Tag: Vegani
image title

La varietà è il segreto del benessere.

Quando manca un po’ di fantasia in cucina lasciatevi ispirare dal regno vegetale.

“Una verdura al giorno” è per dimostrare che noi vegani non mangiamo sempre le stesse cose.. 🙂

La spesa di MAGGIO:

carciofi, broccoli, cavolfiori, radicchi, ravanelli, sedano, spinaci, carote, erbette, lattura, barbabietola, borragine, luppolo, tarassaco, finocchi, ortiche, coste, cicoria, rucola, indivia, rape, aglio, fave, asparagi, agretti, cipollotti, piselli, patate novelle, fagiolini, zucchine, cetrioli…

una verdura al giorno – maggio

Continue Reading
image title

 

É primavera.

Nei banchi del supermercato è comparso un tubero molto particolare: il topinambur.

 


 

Il topinambur (nome scientifico Helianthus tuberosus) è anche conosciuto con il nome di ‘rapa tedesca’, ‘pera di terra’, ‘tartufo di canna’, ‘patata americana’ o ‘carciofo di Gerusalemme’ per via del sapore delicato e dolciastro che ricorda quello del carciofo.

A differenza delle patate, infatti, il topinambur non contiene amido, ma inulina, una molecola nutritiva dalla eccellenti proprietà. Particolarmente indicato per chi vuol perdere peso e riattivare l’intestino pigro, il topinambur è in grado di abbassare il livello di assorbimento degli zuccheri e dei grassi da parte dell’intestino, tenendo così sotto controllo i livelli glicemici e il colesterolo.

Per questo motivo è un alimento adatto anche ai diabetici e a chi soffre di obesità.

Oltre a queste proprietà, l’inulina favorisce la motilità intestinale, previene la formazione di gas, riequilibra la flora intestinale e favorisce la digestione. Cosa ancora più importante, il topinambur non contiene glutine ed è quindi consumabile anche da chi soffre di celiachia. È ricco di vitamina A e B e di arginina che aiuta il fegato e la cicatrizzazione dei tessuti.

(Fonte tuttogreen.it)

 


 

Molti si domandano che sapore abbia e come cucinarlo: il suo sapore richiama alla lontana quello del carciofo, ed ecco una ricetta, vegan e senza glutine, per gustarlo.

 

Risotto integrale al topinambur

Ingredienti per 2 persone

  • 160g di riso integrale ribe
  • 250g di topinambur
  • 1/4 di cipolla
  • 1 spicchio di aglio schiacciato
  • olio evo
  • prezzemolo

Preparazione

Il topinambur non dovrebbe essere pelato ma lavato accuratamente con una spazzola.

Prendete metà del topinambur e tritatelo. L’altra parte tagliatela a pezzi più grossi.

Soffriggete aglio e cipolla in una casseruola e aggiungete il topinambur, fatelo saltare a fuoco vivo e poi abbassate la fiamma.

Aggiungete il riso (1 parte), e almeno 3 parti di acqua. Aggiungete sale e pepe e fate cuocere per 50-60 min (dipende dal riso e dalla fiamma) finche non sarà morbido. Mescolate spesso per renderlo cremoso. Aggiungete acqua se e quando necessario.

Servite con una spolverata di prezzemolo fresco.

buon appetito 🙂

Continue Reading
image title

Le novità del 2017 per misurare l’inflazione

Ogni anno, l’Istat rivede l’elenco dei prodotti che compongono il paniere di riferimento della rilevazione dei prezzi al consumo finalizzata alla misura dell’inflazione. L’aggiornamento tiene conto delle novità emerse nelle abitudini di spesa delle famiglie e in alcuni casi arricchisce la gamma dei prodotti che rappresentano consumi consolidati.

Nel 2017 entrano nel paniere 12 nuovi beni e servizi tra cui i Preparati vegetariani e/o vegani, i Centrifugati di frutta e/o verdura al bar e  la Birra artigianale.

 

fonte: www.istat.it

 

Continue Reading
image title

Vegetariani e Vegani in Europa

Tra gli stati europei più “veganizzati” c’è sicuramente l’Italia che raggiunge una percentuale dell’8%, agli stessi livelli della Germania (circa 8%) e poco meno dell’Austria, che raggiunge il 9%.

Vegetariani e Vegani in Italia

Secondo il rapporto dell’Eurispes (Istituto di studi politici, economici e sociali), datato 2015, gli italiani che non consumano né carne né pesce, sono circa 4.200.000, l’8% della popolazione totale.

Tra questi si riscontra un 1% di Vegani (circa 520.000 persone). Le motivazioni di questa scelta? il 47% ha risposto per motivi di salute e benessere, il 30% per ragioni etiche e di rispetto degli animali, il 12% per la tutela dell’Ambiente.

 

fonte: veganocrudista.it

Continue Reading